Numero Verde Gratuito: 800589247

Sindrome da affaticamento cronico

Sindrome da affaticamento cronico

Debolezza generale, stanchezza fisica e mentale, fatica nello svolgere le normali attività quotidiane: questi i sintomi di un disturbo diffuso che la terapia cognitivo-comportamentale aiuta a superare.
Un tempo li avremmo chiamati “scansafatiche”, oggi si chiamano persone affette da Sindrome di Affaticamento Cronico. Lo studio di questa patologia, infatti, e la nascita di Centri di studio in cui medici specialistici accertano la presenza o meno della malattia, ha portato a un’attenzione maggiore e più cosciente verso un disturbo che influisce in modo pesante sulla vita delle persone affette. Se ancora il cammino è lungo per un suo riconoscimento sociale, dei passi importanti sono stati fatti nella sensibilizzazione dei medici di base per poter diagnosticare sin dal primo momento questo disturbo.

L’affaticamento cronico, infatti, è caratterizzata dalla combinazione di sintomi diversi, molti dei quali propri alla normale condizione di stanchezza che si può sperimentare nel corso dell’anno, ma che si protraggono per un periodo maggiore di sei mesi e creano problemi a livello sia fisico che mentale.
Un frequente mal di testa, accompagnato da dolori muscolari, insonnia e nausea, porta a uno stato di astenia cronica, che si ripercuote sulle funzioni mentali con un rallentamento dei riflessi, difficoltà di concentrazione, disturbi della memoria, instabilità dell’umore, difficoltà nel trovare le parole giuste per esprimersi.
E’ evidente, quindi, che questa patologia ha un influsso diretto sul modo di condurre la propria vita quotidiana, con problemi sul lavoro e nello studio, nonché nell’interazione sociale quando l’affaticamento ci porta a un disagio che ci fa stare male con noi stessi e con gli altri.
La difficoltà nell’individuare questo disturbo, oltre alla carenza di un’informazione capillare sul tessuto sociale e professionale, è dato anche dal fatto che questo sintomi possono fluttuare, alternando periodi di miglioramento a ricadute con un profondo stato di affaticamento.
Anche le cause sono difficili da individuare e gli stessi studi tendono ad indicare un concorso di cause scatenanti, tra cui lo stress dettato da impegni eccessivi, eventi stressanti, elevate aspettative rispetto alle proprie prestazioni, disagi emotivi come ansia e depressione.
L’eliminazione dei sintomi, tuttavia, è possibile grazie all’azione di un trattamento psicoterapico che, ancora una volta, si dimostra un sostegno valido per ritornare a uno stato di benessere. La terapia cognitivo-comportamentale, infatti, si pone l’obiettivo di migliorare le capacità della persona per raggiungere un maggiore sollievo dai sintomi della Sindrome da Affaticamento Cronico e tornare a un giusto equilibrio.
La terapia cognitivo-comportamentale, inoltre, prevede un programma strutturato sulle singole esigenze della persona che affronti eventuali forme d’ansia e di depressione, migliori il ciclo veglia-sonno e corregga quelle idee distorte che hanno contribuito allo sviluppo della Sindrome da Affaticamento Cronico.
Un percorso articolato, quindi, che ha mostrato ottimi risultati nella cura di questo disturbo per la capacità di individuare le cause scatenanti, monitorare lo sviluppo della patologia e rafforzare gli strumenti di equilibrio propri della persona grazie a una guida terapeutica.
Scrivi un commento

News State of Mind

L' ospedalizzazione dell' anziano può comportare un declino in termini di funzionalità e a [...]

Il disadattamento giovanile può essere compreso e prevenuto solo considerando sia l'emotività d [...]

Uno studio ha indagato la risposta uditiva del cervello implicata nel processo di attenzione seletti [...]

Nel 2017 uscirà Harmony, la RealDoll robotica, dotata di intelligenza artificiale e ideale per chi f [...]

Freud è il padre della psicoanalisi e sostiene che siano processi psichici inconsci a influenzare il [...]

Indirizzo

Piazzale Segni 1, 07100 Sassari
Telefono: (+39) 079 230449
Numero Verde: 800 589247
Website: www.vicinoate.com
Email: info@vicinoate.com