Numero Verde Gratuito: 800589247

Depressione Post-Partum

Depressione Post-Partum

E’ una particolare forma di disturbo nervoso che colpisce alcune madri nel periodo successivo al parto.
La prevenzione e il sostegno psicologico diventano validi strumenti per superare la condizione depressiva.

Sono soprattutto le neo mamme a poter soffrire di questo problema, in un contesto in cui si sentono impreparate ad affrontare la nuova condizione, percepiscono la mancanza di un supporto adeguato e la sensazione è quella di essere sole.
Tuttavia è importante distinguere quella che è una condizione diffusa in quasi l’80% delle partorienti e che prende il nome di Baby Blues (così la chiamò un noto pediatra e psicoanalista inglese, Donald Winnicott) da una condizione ben più problematica come quella della Depressione post-partum.
La Baby Blues si manifesta con un senso di ansia, tristezza, irritabilità e tendenza al pianto; sono lievi stati depressivi che durano poche ore o qualche giorno, nell’arco delle 4 -6 settimane successive al parto, ma che tendono poi gradatamente a scomparire da soli senza alcuna conseguenza per la madre e il bambino. E’, quindi, una condizione normale legata allo stress e al cambiamento che il nuovo ruolo comporta, nonché ai cambiamenti dei livelli ormonali tipici della fase dell’allattamento.
Quando, invece, il disturbo persiste in un arco temporale più lungo, dai 3 ai 9 mesi normalmente, e i sintomi si acuiscono è importante affrontare il problema che prende il nome di Depressione post-partum. Ci si sente affaticate e costantemente prive di energia, indolenti, spesso confuse con crisi di pianto e problemi nel sonno (con insonnia o eccessiva sonnolenza); si alternano momenti di disinteresse verso il bambino a paure di fargli del male o farlo a se stessa; si perde anche interesse verso le attività che prima erano fonte di piacere, con cambi improvvisi di umore e inappetenza.
E’ una condizione depressiva che può degenerare nei casi più gravi (una mamma su mille) in una Psicosi post-partum con stati di agitazione, confusione, disagio sociale, pessimismo, paranoia, allucinazioni e tendenze suicide.
Tuttavia la Depressione post partum, che colpisce il 10% delle donne italiane, può essere affrontata e superata, restituendo così alla madre serenità e gioia nel rapporto con sè stessa, il bambino e il contorno familiare. La condizione depressiva, infatti, non influisce solo sulla madre, ma anche sul bambino e su tutto il nucleo familiare ed è perciò importante assumere alcune buone abitudini, avere coscienza delle problematiche relative alla maternità e, soprattutto, affidarsi a uno specialista nei casi in cui non si riesca ad affrontare da soli il problema.
Se, infatti, è vero che uno stile regolare ed equilibrato (dormire nelle stesse ore in cui dorme il neonato, seguire una dieta adeguata) insieme alla presenza di una rete affettiva solida che faccia sentire la madre accompagnata nel nuovo percorso (importanza degli amici e familiari, insieme a un compagno che aiuti materialmente ed emotivamente), aiuta a superare questa condizione, dall’altra è importante sapere che ci si può affidare anche a un sostegno terapeutico.
Le cause, infatti, che possono portare alla Depressione post-partum possono ritrovarsi, oltre che nei cambiamenti ormonali o nei fattori di ordine sociale, anche in fattori psicologici; precedenti psicopatologie, rapporti difficili con la madre o la sessualità, lutti precedenti o altri eventuali traumi possono riaffiorare nella forma di una psicosi latente. In questi casi un sostegno psicologico, sia nella forma individuale che in quella di coppia o nelle sedute di gruppo aiutano la madre a sentirsi meno sola, a confrontarsi con se stessa e gli atri e a superare così lo stato depressivo.

 

Link utili:

http://www.depressionepostpartum.it

http://bimbonaturale.myblog.it/

Scrivi un commento

News State of Mind

La mente funziona per generalizzazioni: qualsiasi concetto può diventare pregiudizio, a cui è diffic [...]

Il dolore non si limita ad essere una semplice sensazione corporea, esso riguarda qualcosa di più ch [...]

Sia in terapia che nella vita quotidiana spesso si ripetono comportamenti dannosi nonostante se ne c [...]

Uno studio ha dimostrato che la visione condivisa nella coppia di film e serie TV comporta una valut [...]

State of Mind intervista Paolo Michielin, docente di Psicologia clinica all'Università di Padov [...]

Indirizzo

Piazzale Segni 1, 07100 Sassari
Telefono: (+39) 079 230449
Numero Verde: 800 589247
Website: www.vicinoate.com
Email: info@vicinoate.com